Comunità Fantasy
 
IndiceFAQCercaRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
» I miei soggetti di sceneggiatura
Da The Candyman Mer Ott 04, 2017 9:08 am

» Vendo Warhammer quest edizione 1995
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Vendo Tempesta di magia nuovo + carte
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Libri consigliati sull'alto medioevo
Da Sephiroth Sab Lug 22, 2017 4:19 pm

» Pittura su commissione
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 2:09 pm

» Vendo nomads infinity nuovi
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 1:19 pm

» Vendo earth reborn come nuovo!
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 1:07 pm

» 4 anni da moderatore
Da The Candyman Gio Lug 20, 2017 11:59 am

» Una canzone al giorno (?)
Da B4rcy Sab Lug 01, 2017 5:36 pm

» Diablo 3
Da B4rcy Sab Lug 01, 2017 5:33 pm

Parole chiave

Condividere | 
 

 ampliamento orizzonti letterari

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
gavo
Utente
Utente
avatar

Età : 30
Località : roma
Messaggi : 549

MessaggioTitolo: ampliamento orizzonti letterari   Ven Mag 13, 2011 11:36 am

con questo post volevo sapere i libri che leggono gli utenti di zendra con una breve recensione (secondo le doti di ognuno....non è una cosa di scuola dove si avrà un voto XD) e il parere positivo o negativo e se consigliarlo o sconsigliarlo agli altri per un eventuale lettura... sono un appassionato di lettura e voglio leggere di tutto e quindi voglio sentire anche il vostro parere =)

inizio io.

TITOLO: La biblioteca dei morti

AUTORE: Glenn Cooper

Questo libro si articola in tre diverse epoche nel 782 d.c. nell'isola di Vectis, Inghilterra, nel 1947 a Londra e nel 2009 a New York. Nell'isola di vectis nasce il settimo figlio di un settimo figlio presagio nefasto secondo le credenze della popolaziane dell'isola. I genitori decidono di affidarlo al monastero di Vectis dove i monaci rinchiudono il bambino che crescendo si scopre avere una "missione divina" egli infatti non sapendo ne leggere ne scrivere comincia a scrivere dove gli capita nomi di persone di città e date creando un elenco; cosi continuano lui e la sua discendenza a fare per lunghissimo tempo.

1947 Londra dove Churchill e Truman venuti a conoscenza della biblioteca dei morti decidono di uccidere tutti i ricercatori che scoprirono detta biblioteca e trasferire tutti i volumi in america per uno studio approfondito, nascondendo la scoperta al mondo intero.

2009 un ricercatore impigato dello stato che conserva i volumi dlla biblioteca dei morti decide di rubare tutti i volumi(ormai sotto forma informatica) e di vendere i nomi a una compagnia di assicurazioni sulla vita. purtroppo l'impiegato non ha fatto i conti con l'intelligence americana che gli darà la caccia in lungo e in largo per recuperare il database.

L'unico dubio è: perche tutte le date delle morti si fermano nel 2032????
_________________________________________________________________________________________

La biblioteca dei morti è un bel libro critto bene e non annoia il lettore, bella la trovata di passare da un periodo all'altro della storia particolare che rende vivo l'interesse del lettore.

GIUDIZIO: Consigliato

BUONA LETTURA
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Paranoid
Veggente di Zendra
avatar

Età : 24
Località : Limbo
Messaggi : 2774

MessaggioTitolo: Re: ampliamento orizzonti letterari   Ven Mag 13, 2011 3:00 pm

TITOLO:60 racconti.[ci sarebbero in realtà anche molti altri racconti (raggruppati in varie raccolte come "Il colombre e 50 racconti","La boutique del mistero","I sette messaggeri"etc) e mi sembra esista un'edizione completa con tutti i racconti].
AUTORE:Dino Buzzati
TRAMA:sono appunto 60 racconti.
GIUDIZIO:racconti ben narrati che prendono subito il lettore e lo inducono a riflettere sulle varie tematiche della vita care a Buzzati(la morte,l'attesa,il destino etc).
Consiglio vivamente questo sottovalutato autore del '900. :§nmghnb§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Skidi
Utente
Utente
avatar

Età : 24
Località : MIlano
Messaggi : 1733

MessaggioTitolo: Re: ampliamento orizzonti letterari   Ven Mag 13, 2011 4:54 pm

Titolo: La Peste
Autore: Albert Camus

Ci troviamo a Oran, sulla costa algerina, negli anni '40 del 1900 (l' autore indica la data con 194...). Oran è una cittadina tranquilla, i cui cittadini sono immersi nel loro tran-tran quotidiano.
Il signor Rieux, dottore della città, sta uscendo di casa per accompagnare sua moglie alla stazione quando trova un topo morto. Questo fatto singolare e curioso, ma non certamente inquietante, è in realtà il primo segnale di una catastrofe che si sta per abbattere sulla città. In pochi giorni, si rinvengono migliaia di ratti morti in tutti gli angoli della città, poi le prime persone cominciano ad ammalarsi e a morire entro pochi giorni. Rieux e un altro anziano dottore riconoscono i sintomi della peste, ma le autorità negano l' evidenza e il flagello ha modo di espandersi liberamente. La città verrà messa in quarantena e qualsiasi contatto con l' esterno verrà impedito, così gli abitanti della pacifica Oran si troveranno faccia a faccia con tutto l' orrore della peste.

Questa lettura presenta tre divresi livelli di lettura:
1) un "semplice" romanzo che mostra una cittadina normale colpita all' improvviso da una tremenda epidemia, seguendo le vicende dei personaggi principali durante la quarantena.

2) la Peste è stata vista come un' allegoria dell' occupazione nazista in francia: la proibizione di ogni contatto con l' esterno, il comportamente delle persone che si lasciano andare ai vizi peggiori o tentano di trarre il maggior profitto possibile dalla peste, vendendo generi di prima necessità a prezzi esorbitanti, e altri elementi ancora fanno pensare ad una popolazione che viva sotto una feroce dittatura. La lotta contro la pestilenza condotta da Rieux e altri uomini coraggiosi diviene così una trasposizione letteraria della Resistenza.

3) Il livello di lettura più avanzato è quello filosofico: Camus mostra le diverse reazioni degli uomini davanti all' assurdo, identificato con il Male assoluto e incomprensibile della Peste/nazismo. Per Camus la vita umana è assurda, gratuita e priva di senso logico, e in questo romanzo esplora le possibili reazioni degli individui che si trovano faccia a faccia con questa verità. Padre Paneloux, il prete della città, insiste nell' individuare in Dio la causa e il senso di tutti gli orrori e le atrocità cui assiste. Un giovane di nome Tarrou trova un senso alla sua vita nella lotta alla peste. Joseph Grand, un impiegato, pretende di giustificare la sua esistenza scrivendo un' opera letteraria di cui non riesce neppure a scrivere la prima frase. Infine c'è Rieux, il dottore, che davanti all' assurdità del male della peste non cerca nessun significato, nessun senso logico, ma si limita a combatterlo con tutte le sue forze, aiutando i malati e cercando di salvare i superstiti organizzando, insieme a Tarrou, un servizio sanitario formato da volontari.
Per Camus, questo attegiamento di resistenza, di lotta, di rivolta continua (rivolta non individuale, ma solidale, condotta fianco a fianco con gli altri individui) è l' unico che può aiutare l' uomo a migliorare la sua condizione.

Giudizio: fortemente consigliato, non è pesante come stile ma alcuni passaggi sulla peste sono molto dettagliati e decisamente forti, come la morte di un bambino colpito dal malessere.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
B4rcy
Utente
Utente
avatar

Età : 21
Località : Bergamo (città bassa)
Messaggi : 2534

MessaggioTitolo: Re: ampliamento orizzonti letterari   Ven Mag 13, 2011 8:09 pm

TITOLO: Relatività: esposizione divulgative
AUTORE: Albert Einstein

Dato che trama non ha e non saprei dire di cosa parla se non della ''teoria della relatività'' LoL
E' un libro di fisica che spiega spazio e tempo, movimento, geometria e molto altro dal punto di vista di uno degli uomini più grandi della nostra storia.
Non è un libro facile (ci ho impiegato 80 anni a capirlo in parte LoL In teoria ci vorrebbero delle basi in fisica).
Come partenza si potrebbe leggere ''L' ABC della realatività'', di Bertrand Russel, fisico nonchè amico di Einstein.
Spiega in maniera molto più facile quest' affascinante teoria fisica.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/user/B4rcy
Paranoid
Veggente di Zendra
avatar

Età : 24
Località : Limbo
Messaggi : 2774

MessaggioTitolo: Re: ampliamento orizzonti letterari   Dom Mag 15, 2011 10:21 pm

Tornando in patria... :§3ref:
TITOLO:Le città invisibili
AUTORE:Italo Calvino
TRAMA:L'autore propone la descrizione di città fittizie attraverso il racconto di Marco Polo alla corte di Khublai Khan.
GIUDIZIO:Romanzo molto interessante e altrettanto ispirante.In ogni descrizione della città l'autore propone svariati temi e spunti di riflessione.
Lettura non impegnativa e molto consigliata.
:§nmghnb§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Antonio Ramires
Utente
Utente
avatar

Età : 27
Località : Messina
Messaggi : 137

MessaggioTitolo: Re: ampliamento orizzonti letterari   Sab Lug 23, 2011 1:59 am

Vorrei suggerire un libro (ben poco letto,ben poco apprezzato)
Scritto più di duecento anni fa tratta temi ancora ben difficili da trattare(il sesso ed i rapporti tra uomo donna...maschio e femmina più animalescalmente parlando...:P)

I GIOIELLI INDISCRETI di F.Diderot
La storia della sessualità alla corte di luigi XIV riportata in chiave quasi fantasy e totalmente metaforizzata dal grande filosofo (ricordiamo cofondatore dell'enciclopedismo)...una gran bella testa a mio avviso.Kosa mai potrebbero dire i gioielli delle signore se avessero anch'essi la capacità di parlare?Quali sarebbero i segreti che ogni donna (al suo tempo...ma forse ancora) riuscirebbero a svelare sotto interrogatorio orecchini e anelli?Quali i fenomeni che ne scaturirebbero=
Bè buona lettura... :§href:
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Antonio Ramires
Utente
Utente
avatar

Età : 27
Località : Messina
Messaggi : 137

MessaggioTitolo: Re: ampliamento orizzonti letterari   Gio Set 08, 2011 3:57 am

Letture che consiglierei dopo averle affrontate di recente:

Thomas Mann:I Buddenbrook
Chuck Puluniuk:Fught Club
Ray Breadbury:cronace Marziane,L'albero di Halloween
H.P Lovecraft(tutti i racconti dal primo all'ultimo...questa ancora in fase di lettura :§rsdfewqre:
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: ampliamento orizzonti letterari   

Tornare in alto Andare in basso
 
ampliamento orizzonti letterari
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» GChiaramida:nuovi orizzonti con la scoperta della ''TRASFIGURAZIONE''

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Zendra :: LA CITTÀ :: LETTERATURA-
Andare verso: