Comunità Fantasy
 
IndiceFAQCercaRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
» Fotografia
Da B4rcy Mer Giu 06, 2018 1:49 am

» Tempus fugit
Da Sephiroth Gio Mag 31, 2018 12:58 pm

» Una canzone al giorno (?)
Da The Candyman Gio Mag 10, 2018 12:12 am

» Salve a tutti
Da The Candyman Mer Apr 11, 2018 10:38 am

» GREZZO-DUE 2
Da The Candyman Mer Mar 14, 2018 1:39 am

» I miei soggetti di sceneggiatura
Da The Candyman Mer Mar 07, 2018 12:37 pm

» Wing Chun: Raccolta Lezioni Online e Video Informativi
Da Sephiroth Dom Feb 18, 2018 12:53 pm

» Vendo Warhammer quest edizione 1995
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Vendo Tempesta di magia nuovo + carte
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Libri consigliati sull'alto medioevo
Da Sephiroth Sab Lug 22, 2017 4:19 pm

Parole chiave
silvani vampiro drone dark effetto conti warcraft acqua eldar impero elfi zendra recensione davidz lista

Condividi | 
 

 Noi Siamo I Dannati - altra poesia

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sephiroth
Guardiano di Zendra
Guardiano di Zendra
avatar

Età : 27
Località : Torino/Pisa
Messaggi : 5239

MessaggioTitolo: Noi Siamo I Dannati - altra poesia   Dom Set 04, 2011 6:49 pm

Dati i pareri positivi ricevuti dalla prima poesia, ne posto un'altra, questa volta in italiano per la vostra gioia.
E' una sestina ispirata alle tragedie di Sofocle, tutta basata sul simbolismo degli occhi e così via; la prima e l'ultima strofa sono di presentazione e conclusione, nelle altre nell'ordine parlano Aiace, Antigone, Edipo e Deianira (c'era anche un motivo particolare a quest'ordine, ma non lo ricordo più.....troppo tempo è passato).
Il componimento è una sestina in endecasillabi con ring-komposition. Ora, le sestine sono un macello, perchè consistono in 6 strofe di 6 versi con le stesse parole esatte che ritornano in ogni rima, cambiando però di disposizione ogni volta, inoltre devono essere concatenate nel passaggio di strofa. Come potete immaginare è un bel casino da buttare giù, quindi mi scuso se ogni tanto c'è qualche cedimento qua e là.
In teoria nella sestina petrarchesca ci dovrebbe essere anche un congedo di 3 versi finali in cui ritornano le 6 parole in rime interne, ma l'ho spedito 'affanculo. Buona lettura.


Noi siamo i dannati, i morti occhi
Noi siamo i deceduti cui danno
Arrecaron gli oscuri tarocchi
E ci accecaron con l'inganno
La nostra anima solitaria langue
Là dove il sole annega nel sangue

Io mi uccisi, sparsi il mio sangue
Non la realtà videro i miei occhi
Quando mi colpì il glauco inganno
Ma credetti folle ai tarocchi
Lo pagai sulla spada che langue
Geme, urla, infligge l'eterno danno

Ai traditori sepoltura non danno
Ma lor la terra detti senza inganno
Là dove il mio corpo appeso langue
Burattino come nei tarocchi
Che volli seppellire il mio sangue
Ora i corvi mi beccano gli occhi

Maledetti, maledetti i miei occhi
Strappati quando sciolsi i tarocchi
E capii d'aver sparso il mio sangue
Maledetto, maledetto che langue
In rovina, e che a sè fa danno
Mentre prepara il funesto inganno

Condannata dall'antico inganno
Più la luce non videro i miei occhi
Nè mio marito, consumato langue
E spera nella pietà che a volte danno
Gli Olimpi, e di suo padre i tarocchi
Non penetra, accecato dal sangue

Noi siamo i dannati, i morti nel sangue
Noi siamo i deceduti per inganno
E chiusi per sempre i nostri occhi
Mai aperti ai divini tarocchi
Le nostre anime il volo danno
Là dove il sole annegato langue


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
darth revan
Utente
Utente
avatar

Età : 23
Località : piccola stanzetta nel palazzo dell'imperatore
Messaggi : 133

MessaggioTitolo: Re: Noi Siamo I Dannati - altra poesia   Dom Set 04, 2011 8:46 pm

Molto bella.
Anche perché l'ho capita meglio dell'altra XD


Vedere il mondo in un granello di sabbia,il cielo in un fiore di campo,avere il potere di governare il tempo, essere il signore dell'universo.
Fredda la mano,le ossa,il cuore.Freddo il corpo del viaggiatore. Non vede ciò che il futuro gli porta, quando il sole è calato e la luna è morta. La morte è solo una porta, il tempo solo una finestra tutto ciò è la fine è soltanto il principio.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Antonio Ramires
Utente
Utente
avatar

Età : 28
Località : Messina
Messaggi : 137

MessaggioTitolo: Re: Noi Siamo I Dannati - altra poesia   Lun Set 05, 2011 5:07 pm

Complimenti Molto bella.
Ammiro la scelta del tema (tragico) .Mi piace molto anche la rima che si ripete in tutee le sestine (occhi-tarocchi) che forse ne da la chioave del tema...che conoscendo (anche se non bene) i personaggi potrebbe essere la chiave del tema...l'inganno.
Bellissima la sestina di Edipo:
cit:
Maledetti, maledetti i miei occhi
Strappati quando sciolsi i tarocchi
E capii d'aver sparso il mio sangue
Maledetto, maledetto che langue
In rovina, e che a sè fa danno
Mentre prepara il funesto inganno

belle le sinalefe:sangue-maledetto,maledetto.


Complimeti.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sephiroth
Guardiano di Zendra
Guardiano di Zendra
avatar

Età : 27
Località : Torino/Pisa
Messaggi : 5239

MessaggioTitolo: Re: Noi Siamo I Dannati - altra poesia   Lun Set 05, 2011 9:37 pm

^ Precisamente, hai azzeccato in pieno tutta l'interpretazione delle rime: occhi-tarocchi, sangue e inganno. Riguardo alla sestina di Edipo è effettivamente la migliore, quella che è riuscita meglio. Grazie del complimento.


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Antonio Ramires
Utente
Utente
avatar

Età : 28
Località : Messina
Messaggi : 137

MessaggioTitolo: Re: Noi Siamo I Dannati - altra poesia   Gio Set 08, 2011 3:49 am

Non c'è di che .Scusa te la banalità del commento se vi è stata :§nmghnb§:
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Noi Siamo I Dannati - altra poesia   

Torna in alto Andare in basso
 
Noi Siamo I Dannati - altra poesia
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Zendra :: LA CITTÀ :: LETTERATURA-
Andare verso: