Comunità Fantasy
 
IndiceFAQCercaRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
» I miei soggetti di sceneggiatura
Da The Candyman Dom Ago 13, 2017 7:56 pm

» Vendo Warhammer quest edizione 1995
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Vendo Tempesta di magia nuovo + carte
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Libri consigliati sull'alto medioevo
Da Sephiroth Sab Lug 22, 2017 4:19 pm

» Pittura su commissione
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 2:09 pm

» Vendo nomads infinity nuovi
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 1:19 pm

» Vendo earth reborn come nuovo!
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 1:07 pm

» 4 anni da moderatore
Da The Candyman Gio Lug 20, 2017 11:59 am

» Una canzone al giorno (?)
Da B4rcy Sab Lug 01, 2017 5:36 pm

» Diablo 3
Da B4rcy Sab Lug 01, 2017 5:33 pm

Parole chiave

Condividere | 
 

 Antefatto - Cosa ne pensate?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Fonden
Utente
Utente
avatar

Età : 33
Messaggi : 85

MessaggioTitolo: Antefatto - Cosa ne pensate?   Dom Nov 06, 2011 3:43 pm

Questo è l'antefatto di un libro che dovrei comprare...come vi sembra.

Elin era la fonte di ogni entità visibile e invisibile dell’universo pluridimensionale, pura energia creatrice.
Nel tempo in cui passato, presente e futuro erano un tutt’uno diede vita al primo essere senziente dei lusange. I primi di essi si insediarono in un pianeta e scoprirono ben presto di possedere eccezionali poteri.
Attraverso la forza dei loro pensieri plasmarono il mondo in cui vivevano e presero vita migliaia di alberi, piante e animali di ogni spece. Diedero ad ogni entità un nome e chiamarono il proprio mondo Dene.
Elin prosegui nella creazione di nuovi lusange che nei lunghi anni plasmarono altri mondi nell’universo ed il pianeta Dene divenne un lontano ricordo non solo temporale ma anche spaziale. Molti tracciarono una tale distanza che anche la direzione di ritorno divenne a loro ignota.

C’era un pianeta chiamato Rusinfe dal primo lusange che ripiegò le ali su di essa, Ferluci. Era un mondo rigoglioso, le sue bellezze vibravano nel cielo ed un giorno un gruppo di lusange ammaliati decisero di viverci.
Nel passare dei secoli cominciarono a modificare l’aspetto del pianeta nell’intento di renderlo ancor più bello ai propri occhi. Ferluci alla vista di ciò, si adirò e li scacciò bruscamente dal pianeta.
I lusange si sentirono offesi dal suo gesto, così ritornarono su Rusinfe per distruggere tutte le sue bellezze. Ferluci rimase impassibile dinanzi all’azione dei lusange ed in quel momento ebbe pensieri mai provati prima.
Nel suo spirito cominciò ad ardere un fuoco incandescente come lava: il suo viso divenne cupo, i suoi occhi si spalancarono ed il respiro si fece sempre più corto. Distese, così, le grandi ali e prese il volo. Si indirizzò velocemente verso i lusange attaccandoli con enormi palle di fuoco fino ad incenerire tutto e tutti.
Il mondo che per lunghi secoli aveva plasmato a suo piacimento era stato completamente distrutto in un istante e nel suo spirito, per il gesto ultimo di aver tolto il respiro ad esseri senzienti, scomparve anche l’ultimo raggio di energia creatrice di Elin.
In quell’attimo il suo corpo cominciò a contorcersi e a deformarsi: i lunghi capelli bianchi caddero al suolo, dalla fronte fuoriuscirono due corna ricurve, le bianche ali si trasformarono in ali nere prive di soffici penne, i denti divennero aguzzi e in modo convulso si rialzò in un nuovo corpo.

Da quel momento Ferluci vagò per l'universo profetizzando quanto gli era accaduto, dimostrando tutto il suo potere a chi lo rifiutava. Distrusse mondi, uccise lusange e dinanzi a tutto ciò si circondò sempre più di nuovi seguaci.
Ferluci trovava nella distruzione e nella sopraffazione la più grande prova di onnipotenza, un potere distruttivo in grado di smembrare in un istante parsimoniose e lente creazioni. Al seguito del suo esercito, divulgò così la costruzione di un nuovo ordine supremo.

Ferluci accresceva sempre più i suoi poteri sovrannaturali attraverso l’oppressione degli lusange. Generando odio, vendetta, ira ed altri sentimenti infimi attirava a se nuova energia e nuovi mondae: i suoi seguaci.
L’energia oscura, distillata dall’energia di Elin, giungeva dall’universo direttamente nelle sue mani e si rese sempre più diabolico nel destabilizzare ogni certezza nella mente dei lusange.
Lo spirito di Ferluci divenne talmente oscuro che scomparve in lui stesso l’idea dell’esistenza di un suo creatore.

In un giorno di rappresaglia, Ferluci scoprì finalmente la direzione che portava al pianeta Dene.
Credeva fortemente che se l’avesse distrutto la sua onnipotenza sarebbe stata indiscussa e assoluta, decise quindi di sguinzagliare i suoi eserciti verso la repressione dei pianeti che incrociavano sul nuovo percorso.
Ma ben presto si accorse che man mano si avvicinava a Dene, i lusange risultavano sempre meno corruttibili e difficilmente distruttibili; i suoi poteri sembravano affievolirsi di fronte alla loro immunità.
Durante un rappresaglia, scese dal cielo un lusange lucente. I lunghi capelli bianchi posavano su un armatura d’orata, la sua aurea era immensa e tra le mani impugnava una lunga lancia assieme ad una catena vibrante che fuoriusciva da un avambraccio. Al seguito di un esercito di lusange armati guidò lo scontro contro i mondae, la battaglia fu epica ed il pianeta incenerito ma i mondae vennero distrutti.

Ferluci dovette rassegnarsi e furioso si ritirò con quanti erano sopravvissuti. Si convinse che era necessario assorbire molta più energia oscura nell’universo annientando ogni essere vivente, distorcendo ogni legge dell’universo. Per abbattere un ordine supremo avrebbe dovuto scatenare il disordine supremo.
Ferluci vagò così per millenni, nell’universo, eliminando tutti i lusange che vivevano lontani dal pianeta Dene.
Tuttavia i suoi poteri non crebbero abbastanza e disperato si rifugiò su Rusinfe dove aveva stabilito la sua dimora all’interno di un vulcano.Non vi era giorno in cui non pensasse a come potesse divenire l’onnipotente, affermando il potere della sua distruzione.

Passarono secoli ed in una gelida notte Ferluci percepì una grande energia provenire da un’altra dimensione spazio temporale.
I suoi mondae più fidati lo informarono di un contatto ricevuto da un essere senziente simile ad un lusange privo di ali. Anche’esso cercava di attirare a se l’energia oscura attraverso l’utilizzo della magia proibita ma a differenza dei lusange e dei mondae solo poche creature di questo mondo erano in grado di manipolare gli elementi naturali.
<< Questi esseri sono privi di poteri sovrannaturali e i loro cuori fragili come piume ma emanano una grande energia, essa è talmente profonda da radiarsi oltre la propria dimensione.>>
Ferluci percepì un’energia di gran lunga superiore a quella dei lusange e dei mondae. Decise quindi di fare tutto il possibile affinché potesse comunicare con questa creatura che da tanto lontano attirava a se nuova energia oscura.
<< Negar, il tuo potere è giunto a noi. Acconsentiremo alle tue suppliche ma permettici di entrare nella tua galassia, affiancheremo i tuoi eserciti per stabilire un nuovo ordine.>>

I contatti tra i due si fecero sempre più intensi finché riuscirono ad aprire un piccolissimo portale, tra le due dimensioni. Ferluci, gli donò una gemma magica che avrebbe consentito a Negar di accrescere notevolmente i suoi poteri.
Lo stregone la incastonò nella sua corona per poi tagliare ogni contatto con i mondae.
<< Ti ringrazio infinitamente per il tuo dono ma non posso costruire un portale tramite essa ed aprire l’accesso tra le due galassie. Questo è il mio regno e sarà solo mio e di nessun altro. >>
Ferluci si adirò e per la rabbia distrusse la sua intera dimora, mai fino a quel momento un essere senziente era stato capace di tradirlo e di raggirarlo.
Lui onnipotente maestro di tali infimi comportamenti non poteva accettarlo e nei lunghi secoli avvenire coltivò, dal trono dei mondae, il suo rancore verso queste creature che tanto avevano osato
.


L'umiltà è forza, la pazienza è potenza
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Antefatto - Cosa ne pensate?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Extracomunitari, riportati a due unità per team. Cosa ne pensate?
» Cosa ne pensate delle mie 2 liste quali preferite? 2000't
» CHE NE PENSATE DEI TAU???
» Demoni del caos 1500 PTI cosa ne pensate?
» Biohazard!!!!!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Zendra :: LA CITTÀ :: LETTERATURA-
Andare verso: