Comunità Fantasy
 
IndiceFAQCercaRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
» I miei soggetti di sceneggiatura
Da The Candyman Mer Gen 03, 2018 3:47 pm

» Vendo Warhammer quest edizione 1995
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Vendo Tempesta di magia nuovo + carte
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Libri consigliati sull'alto medioevo
Da Sephiroth Sab Lug 22, 2017 4:19 pm

» Pittura su commissione
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 2:09 pm

» Vendo nomads infinity nuovi
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 1:19 pm

» Vendo earth reborn come nuovo!
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 1:07 pm

» 4 anni da moderatore
Da The Candyman Gio Lug 20, 2017 11:59 am

» Una canzone al giorno (?)
Da B4rcy Sab Lug 01, 2017 5:36 pm

» Diablo 3
Da B4rcy Sab Lug 01, 2017 5:33 pm

Parole chiave

Condividere | 
 

 A Game Of Thrones - Season IV

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sephiroth
Guardiano di Zendra
Guardiano di Zendra
avatar

Età : 26
Località : Torino/Pisa
Messaggi : 5236

MessaggioTitolo: A Game Of Thrones - Season IV   Lun Apr 07, 2014 2:24 pm

Allora, che ne pensate del primo episodio apparso ieri ? A me è piaciuto veramente tanto, e pensavo di recensire ogni episodio sul forum. Pareri ?




Ultima modifica di Sephiroth il Lun Apr 07, 2014 6:28 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
The Candyman
Guardiano di Zendra
Guardiano di Zendra
avatar

Età : 29
Località : Genova
Messaggi : 3184

MessaggioTitolo: Re: A Game Of Thrones - Season IV   Lun Apr 07, 2014 2:40 pm

Io devo ancora vedere la terza stagione XD, aspetto che arrivi su Rai4


"candy...io a te non ti riesco proprio a capire xd, sei la fusione tra un piadinaro trollatore e un serio amministratore di rete xd..." -kroth [incarnazione #9072345]

Esistono solo due mondi… il tuo mondo, ovvero quello reale, e gli altri mondi, la fantasia.
Mondi come questo sono i mondi dell’immaginazione umana: non è importante quanto siano o non siano reali. Importa solo che ci siano.
Questi mondi offrono un’alternativa. Offrono una fuga. Offrono minaccia e potere, offrono rifugio e dolore.
Danno un senso al tuo mondo. Non esistono. Ed è per questo che sono l’unica cosa che conta
- Books of Magic, Neil Gaiman
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sephiroth
Guardiano di Zendra
Guardiano di Zendra
avatar

Età : 26
Località : Torino/Pisa
Messaggi : 5236

MessaggioTitolo: Re: A Game Of Thrones - Season IV   Lun Apr 07, 2014 2:49 pm

Ma che Rai4 del cavolo, guardatela in inglese ! Seriamente, stasera ci scrivo una recensione perchè mi è davvero piaciuto.


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sephiroth
Guardiano di Zendra
Guardiano di Zendra
avatar

Età : 26
Località : Torino/Pisa
Messaggi : 5236

MessaggioTitolo: Re: A Game Of Thrones - Season IV   Lun Apr 07, 2014 8:53 pm

Two Swords - SPOILERS DI TUTTI I TIPI E LE CATEGORIE

Iniziamo la quarta stagione. La prima scena features Tywin the awesome che prende Ice e la fa sciogliere (traduzione orribile per melt it down) per crearne due nuove (mmh, mi domando da dove salti fuori il titolo dell'episodio), il tutto accompagnato da the Rains a tutto spiano. Go Tywin go !
Successivamente lo vediamo offrirne una al caro Jaime, che è molto contento del regalo ma un po' meno all'idea di doversene tornare a Casterly Rock. Rifiuta di ubbidire al padre, la cui faccia è eloquentemente unimpressed; del resto è la prima volta che qualcuno osa rifiutargli qualcosa visto finora ha sempre comandato a bacchetta tutto e tutti, inclusi Joffrey and the Queen of Thorns. Jaime da vero romanticone vorrebbe stare vicino alla sorella, ma è subito chiaro che Cersei sta rapidamente diventando un caso patologico, alcolista e paranoica. Dopodichè il biondino ha una dilaniante discussione con Brianna sul destino di Sansa (è difficile mantenere una promessa ad una donna morta assassinata riguardo una ragazza che adesso è diventata tua cognata, anche se non si può fare a meno di notare come abbia una molto maggior chemistry con Brianna rispetto alla gemellina), e per concludere la giornata in bellezza viene abbondantemente sfottuto da Joffrey (è un attore bravo, troppo bravo, talmente bravo che se lo incontrassi per strada mi verrebbe voglia di picchiarlo) sul fatto che è monco e che nessuno si è mai preoccupato di scrivere le sue gesta nel libro della Kingsguard (siccome scrivere in gotico con la sinistra utilizzando una penna d'oca è un filino complicato credo che quel capitolo rimarrà bianco ancora a lungo). Di fatto l'hanno reso il personaggio con ogni probabilità più simpatetico della storia.

Ma non anticipiamo troppo le cose, ed eccoci ai titoli di testa dove per la prima volta appare the Dreadfort. More Roose Bolton on the way, yeah. Dopo l'edificante scenetta d'amore paterno passiamo a Tyrion (accompagnato da un Podrick parecchio cresciutello, evidentemente il meerenese knot gli ha fatto bene), spedito ad accogliere in un bordello ('sta serie è piena di bordelli, ma che manie c'hanno gli sceneggiatori ?) un Oberyn Martell (accompagnato da Indira Varma aka Niobe) deliziosamente amorale e privo di qualsiasi remora, delighting us with "every one who works for Littlefinger is on offer". Sudori freddi quando qualcuno inizia a cantare the Rains, ma tranquilli, non c'è nessun agguato, soltanto un paio di Lannister men che imparano rapidamente quando in CC sia più utile un pugnale di una spada (actually that dagger in particular was mainly designed to penetrate armour, but in this very case it still does its job fairly well).
E' interessante la caratterizzazione dei dornishmen, visto che sono ispirati alla spagna musulmana generalmente poco conosciuta al di fuori del mondo accademico; qui scelgono di rappresentarli  come un ibrido, con vesti arabe, accenti spagnoli ed armi classiche, niente scimitarrone stile Aladdin.
Poco sorprendentemente Tyrion non è molto impressionato: il padre e la sorella lo odiano, la moglie lo disprezza, l'amante ci litiga, tutti lo sfottono.......insomma, mi sa che lui e Jaime dovrebbero fare un po' di brother-bonding.

Bam ! We're back to Dany. And her lover-to-be Daario Naharis, che purtroppo ha subito un cambio d'attore. Non che quello nuovo non sia bravo, è solo che non regge il confronto con il primo mentre questo sembra troppo come una cartacarbone dell'accoppiata vincente Jorarristan. Tra l'altro, mi piacerebbe sapere cosa ci faccia quell'onagro nell'accampamento dei rifugiati. E la ragazzina crocifissa fa il suo porco lavoro nel sembrare inutilmente crudele e raccapricciante.

Poi boh, Jon Snow è il solito ever-a-hero onesto e onorevole e tutto quanto (anche troppo. Deve morire al più presto), apprendiamo finalmente che Margery Boleyn non è esattamente entusiasta all'idea di sposare Joffrey (grazie tante), e finalmente assistiamo ad una toccante scena in cui Dontos ringrazia Sansa di avergli salvato la vita regalandole la collana che era appartenuta a sua madre. Aww, che sweet. Ma noi sappiamo (perchè noi sappiamo, vero ?) che cosa si cela dietro, e quale sia l'oscuro burattinaio che tesse le sue trame malvagie (è Asoiaf bellezza, c'è sempre un burattinaio nascosto intento a tessere le sue trame malvagie).
Ah, la Rossa e Tormund Scorreggiagiganti sono frattanto raggiunti da un nuovo gruppo di wildlings, i Thenns, che si rivelano essere feroci schizoidi cannibali con un'insana passione per le scarnificazioni tribali. Giusto per farci capire che in Asoiaf c'è sempre qualcuno più cattivo di te.

L'episodio si chiude in bellezza con Sandor e Arya che entrano in una taverna e ci trovano dentro 5 lannister men che sappiamo già moriranno miseramente nel consueto bagno di sangue (seriamente, lavorare per i Lannister è decisamente pericoloso, dovrebbero includere un'assicurazione nel contratto) ma prima ci sorbiamo le sparate di un soldato troppo chiaccherone ("gauld and silver !"). Segue il predetto massacro, dove come da tradizione abbiamo una lotta sporca, cruenta e spietata, senza fancy footwork (sul serio, la serie ci sta abituando troppo bene da questo punto di vista). Cinque contro uno non è una passeggiata e Clegane junior ad un certo se la vede brutta, con gli sceneggiatori (o più probabilmente il coreografo) che per una volta ci fanno vedere come indossare l'armatura sia actually useful once for a time, e non sia un semplice ornamento destinato all'inservibilità contro anche il più misero colpo di spada. Com'è come non è, alla fine è Arya a salvarlo uccidendo tre di loro tutta da sola, senza battere ciglio e con espressione impassibile. Questa qui sta imparando troppo bene da Sandor, altrochè; conoscendo Martin secondo me farà finire Sansa come una tiranna lussuriosa peggio di Cersei e Arya come una spietata macellaia assassina peggio di the Mountain che sposerà un capo wildling e si vestirà delle pelli scuoiate degli uomini che ha ucciso or bathe in their blood or something like that. Preferably both.


Le battute più belle appartengono ad Arya:

Sandor: Your sword has a name ?
A: Many swords have a name.
S (snorting): Cunts...
A: I've got a cunt.

A: Something wrong with your leg, boy ? Can you walk ? I can carry you. Fine little blade. Maybe I'll pick my teeth with it.


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: A Game Of Thrones - Season IV   

Tornare in alto Andare in basso
 
A Game Of Thrones - Season IV
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Batman arkham city Miniature game
» miniature game zone
» Parliamo di meta(game)
» Nuovi soldati
» Miniature alternative

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Zendra :: LA CITTÀ :: CINEMA, FILM E SERIE TV-
Andare verso: