Comunità Fantasy
 
IndiceFAQCercaRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
» I miei soggetti di sceneggiatura
Da The Candyman Dom Ago 13, 2017 7:56 pm

» Vendo Warhammer quest edizione 1995
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Vendo Tempesta di magia nuovo + carte
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

» Libri consigliati sull'alto medioevo
Da Sephiroth Sab Lug 22, 2017 4:19 pm

» Pittura su commissione
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 2:09 pm

» Vendo nomads infinity nuovi
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 1:19 pm

» Vendo earth reborn come nuovo!
Da aekold78 Gio Lug 20, 2017 1:07 pm

» 4 anni da moderatore
Da The Candyman Gio Lug 20, 2017 11:59 am

» Una canzone al giorno (?)
Da B4rcy Sab Lug 01, 2017 5:36 pm

» Diablo 3
Da B4rcy Sab Lug 01, 2017 5:33 pm

Parole chiave

Condividere | 
 

 Le Janare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Azhag
Utente
Utente
avatar

Età : 24
Località : un inutile paesino disperso nella pianura padana
Messaggi : 279

MessaggioTitolo: Le Janare   Ven Apr 04, 2008 1:39 pm

Secondo la fantasia popolare, la janara un favoloso mostro femminile, capace di volare, che agisce di notte e che presente soprattutto nella zona di Nerano. Diversa l'opinione di Gaetano Amalfi, il quale, nel testo Tradizioni ed usi nella Penisola sorrentina, ritiene la janara una strega. Essenzialmente malefica, la janara è una donna, che ha ottenuto un potere soprannaturale, grazie ad un patto col demonio. Pettegoleggia, si stizzisce, si vendica, gelosa, come le femminucce, che ne han creato il tipo, ad immagine e similitudine propria. * A Massa Lubrense, nel periodo settembre, ottobre e metà novembre, i cacciatori di quaglie si recavano in montagna, presso la località Prete janche. Tale posto era l'ideale per praticare questo tipo di caccia, in quanto vi affluiva un maggior numero di uccelli, soprattutto di notte. I cacciatori erano armati di coppi e acetilene. Il coppo è un bastone alla cui estremità viene fissata una rete di spago; la acetilene una torcia a gas. Prete janche era il luogo di caccia, ma anche di raduno delle cosiddette janare. L'esistenza e l'identità di questi esseri non sono state mai verificate: non si sa, ad esempio, se le janare fossero state delle persone fisiche, oppure cose di altra provenienza. Il fatto sta che durante il periodo notturno accadevano degli episodi del tutto strani. Dai racconti dei cacciatori si evince infatti che durante la notte si creavano dei vortici d'aria anche a tempo atmosferico ottimale, seguiti da fischi, ed apparivano dei grossi volatili che erano imprendibili. * Una terza leggenda narra che anni addietro anche una giovane coppia di sposi fu interessata dal fenomeno delle janare. Si racconta infatti che una notte lo sposo, svegliatosi, si accorse che la moglie non dormiva accanto a lui, per cui si mise a cercarla per tutta la casa. Ma dopo vane ricerche, se ne tornò a letto. La notte successiva, lo sposo, incuriosito, pensò bene di spiare la moglie. Fu così che l'uomo si accorse che la donna, dopo essersi cosparsa di uno strano unguento, si lanciò dalla finestra, volando. A quella visione il marito rimase sconvolto e decise di sostituire il fluido magico con dell'acqua. La terza notte la moglie, ignara della sostituzione, si cosparse di nuovo col fluido, e, lanciandosi, precipitò. Quando il marito si recò a soccorrerla, pronunciò le seguenti parole: "Meglio na mugliera cu 'e cosce rotte, ca janara". (Traduzione: "Meglio una moglie con le gambe rotte, che strega") * Delle Janare ho sentito dire che escono di notte per fare dei dispetti, non bisogna lasciare le finestre aperte perché altrimenti entrano in casa e non si possono più cacciare; non bisogna stendere la biancheria di notte ai bambini altrimenti piangono sempre. Una volta mio padre mi raccontò che la notte quando lavorava nella cava venivano a trovarlo dodici signore che volevano cenare dopo che si erano sfamate sparivano nella notte.


--
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Le Janare
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Zendra :: LA CITTÀ :: LETTERATURA-
Andare verso: